Foto
10Mag

Attestati di formazione falsi: la condanna della Cassazione

Condannato il Datore di Lavoro che ha prodotto un attestato di formazione falso in materia di salute e sicurezza.
Nello specifico, è stata confermata la colpevolezza del Datore di Lavoro che aveva commesso violazioni in relazione alla formazione di un lavoratore.
Le violazioni erano emerse in seguito all'infortunio avvenuto in un cantiere allestito a Genova per la posa di alcuni cavi di fibra ottica.
Il lavoratore addetto alle manovre di sollevamento con la gru, non aveva ricevuto una formazione, informazione ed addestramento adatti per lo svolgimento dell’attività pericolosa.
Di conseguenza, non poteva utilizzare le attrezzature in modo sicuro ed idoneo, anche in riferimento ai rischi che potevano essere causati ad altre persone.
Richiesta quindi la documentazione che attestasse l'avvenuta formazione del lavoratore infortunato, la società aveva inviato un attestato per la formazione falsificato.
In conclusione, la sentenza afferma che la falsità dell'attestato di formazione riguardava:
  • in primo luogo la data della formazione, antecedente alla data di assunzione del lavoratore,
  • in secondo luogo il fatto che il progressivo dell'attestato corrispondeva ad un codice fiscale diverso.

Share with: