Heading hidden

Sistema di gestione anticorruzione

Nel 2016 è stata emanata la prima versione della norma UNI ISO 37001, uno standard internazionale per la gestione della prevenzione della corruzione.
La norma ha come scopo fornire alle Organizzazioni un sistema di gestione per prevenire, identificare ed affrontare la corruzione, nei settori pubblico, privato e no-profit, nei seguenti ambiti:

  • corruzione da parte dell'Organizzazione;
  • corruzione da parte del personale o dei soci in affari dell'Organizzazione che operano per conto o a beneficio di essa;
  • corruzione dell'Organizzazione;
  • corruzione del personale o dei soci in affari dell'Organizzazione in relazione alle attività della stessa;
  • corruzione diretta e indiretta (tangente offerta o accettata tramite o da una parte terza).

Audit normativo sul sistema anticorruzione

L’audit anticorruzione è volto a fornire l’evidenza del rispetto dei requisiti della norma UNI ISO 37001 ed è lo strumento che permette all’Organizzazione di conoscere la propria situazione in relazione al proprio sistema.

La verifica

In sede di audit vengono verificati i processi aziendali per determinarne il grado di soddisfacimento rispetto ai requisiti della norma UNI ISO 37001.
L’audit è la base per poter intraprendere le corrette ed efficaci azioni mirate alla prevenzione, all’identificazione ed alla lotta alla corruzione. Alcuni degli aspetti che vengono verificati in sede di audit sono:

  • Valutazione del rischio da corruzione.
  • Deleghe nei processi decisionali.
  • Grado di attuazione del sistema di gestione della prevenzione della corruzione.
  • Grado di attuazione dei processi, quali ad esempio:
    • gestione delle assunzioni;
    • formazione in tema di anticorruzione;
    • controlli finanziari;
    • controlli non finanziari;
    • gestione di regali, ospitalità, donazioni e benefici simili;
    • segnalazione di sospetti;
    • indagini;
    • valutazione delle prestazioni.

L’audit permette all’Organizzazione di identificare le proprie carenze ed i propri punti deboli, per pianificare successivamente le azioni necessarie a porvi rimedio in tempo utile.