Heading hidden

Sistema di gestione per la sicurezza alimentare | HACCP

La sicurezza alimentare assume oggi un profilo di particolare rilevanza, sia ai fini dell’affidabilità dell’Organizzazione lungo la filiera di produzione che come soddisfacimento dei requisiti normativi sull’igiene degli alimenti. Il sistema di gestione può essere realizzato conformemente alla norma UNI EN ISO 22000 o al sistema di autocontrollo igienico-sanitario HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points).


Tra i vantaggi di un sistema di gestione per la sicurezza alimentare si possono annoverare:
  • riduzione dei costi diretti e indiretti causati da inefficienze;
  • riduzione o azzeramento dei costi diretti e indiretti causati dalle non conformità legislative;
  • riduzione o azzeramento dei costi diretti e indiretti causati da anomalie (prodotti fuori specifica, richiami, etc.);
  • aumento dell’affidabilità operativa, ad esempio nei confronti dei clienti.

Audit normativo sulla sicurezza alimentare | HACCP

L’audit per la sicurezza alimentare e l’audit per il sistema HACCP sono volti a fornire l’evidenza del rispetto di tutti gli adempimenti applicabili e sono gli strumenti che permettono all’Organizzazione di conoscere la propria situazione in relazione alla normativa vigente.

La verifica


In sede di audit vengono verificati i processi aziendali per determinarne il grado di soddisfacimento rispetto ai requisiti della norma UNI EN ISO 22000 e/o del protocollo HACCP. L’audit è la base per poter intraprendere le corrette ed efficaci azioni mirate all’eliminazione o al contenimento dei pericoli per la sicurezza alimentare.

Alcuni degli aspetti che vengono verificati in sede di audit sono:
  • Autorizzazioni.
  • Analisi dei pericoli.
  • Piano di autocontrollo igienico-sanitario;
  • Grado di attuazione del sistema di gestione per la sicurezza alimentare.
  • Grado di attuazione dei processi, quali ad esempio:
    • verifica dei requisiti dei fornitori e loro gestione;
    • formazione in tema di sicurezza alimentare, con particolare riferimento al controllo operativo;
    • gestione della manutenzione;
    • piano dei monitoraggi;
    • valutazione delle prestazioni.

L’audit permette all’Organizzazione di identificare le proprie carenze ed i propri punti deboli, per pianificare successivamente le azioni necessarie a porvi rimedio in tempo utile.