Foto
02Ott

Cantieristica navale e sicurezza

Il Piano Mirato di Prevenzione (PMP) è stato progettato e attuato a seguito di un evento infortunistico mortale avvenuto nel messinese. Il grave infortunio ha coinvolto  tre lavoratori che svolgevano lavorazioni ambienti confinati a bordo di una nave in manutenzione. 
 
Il Piano nasce, quindi, dalla necessità di verificare l’applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza e di controllare i fattori di rischio presenti nel settore lavorativo in questione. In particolare, in riferimento a:
  • "correttezza formale e sostanziale degli obblighi connessi alla formazione, Datore di Lavoro con compiti di RSPP, lavoratori e rischi specifici a cui sono esposti, formazione particolare aggiuntiva dei lavoratori addetti a compiti particolari".
 

Il PMP  per la cantieristica

Nell'intervento “Piano mirato di prevenzione cantieristica navale”, a cura di E. Paino (Asp Messina), G. Campo, D. De Merich e V. Meloni (Inail Dimeila), si indica che il progetto “ha avuto l’obiettivo di orientare maggiormente le aziende nella gestione della salute e sicurezza dei lavoratori. In particolare, per:
  • migliorare l’approccio al processo di valutazione e gestione dei rischi,
  • ridurre il numero degli incidenti e degli infortuni sul lavoro,
  • individuare esempi di buone pratiche da condividere sia sul territorio provinciale che a livello nazionale.
 

Attività di vigilanza e criticità

Riportiamo alcune delle indicazioni, presentate nell'intervento, che sono emerse durante le attività di vigilanza avviate con riferimento ai sopralluoghi svolti.
 
Molte prescrizioni hanno riguardato il tema della formazione e degli attestati formativi:
Sopralluogo effettuato presso sede lavorativa di una ditta dove venivano svolti lavori di carpenteria in ferro per l'appalto di riparazione di una nave.
Gli attestati di formazione del RSPP non risultavano idonei, in quanto il soggetto formatore non aveva i requisiti previsti dall’ Accordo Stato Regione 07/07/2016 n. 128. Si prescrive di nominare un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione in possesso di adeguata formazione.
Sopralluogo effettuato presso un cantiere navale.
L’attestato di formazione del RSPP/DL non risultava conforme, in quanto il soggetto formatore non risultava in possesso dei requisiti previsti dall'Accordo Stato Regione n. 223 del 21/12/2011 e dalla normativa regionale di recepimento. Si prescrive che il Datore di Lavoro effettui un corso di formazione per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione idoneo.
Sopralluogo effettuato presso la sede lavorativa di una ditta dove venivano svolti lavori di carpenteria in ferro per l'appalto di riparazione di una nave.
Gli attestati di formazione di alcune figure quali preposto e lavoratori non risultavano idonei, in quanto non erano conformi alle previsioni dell’Accordo Stato Regioni n. 221 del 21/12/2011 ed alla normativa regionale di recepimento. Si prescrive che i lavoratori vengano formati secondo le previsioni della normativa nazionale e di recepimento regionale.
--> Scopri la DIVISIONE MARE di SCAN Srl, dedicata alla formazione nel mondo della subacquea industriale (commercial diving), della nautica e del diporto.