Foto
22Mag

La corretta manutenzione dei presidi antincendio

La UNI 9994-1 prevede nel dettaglio le fasi di manutenzione dei presidi antincendio.
L’attività di controllo e manutenzione è  imprescindibile da una corretta gestione della sicurezza dei presidi antincendio, soprattutto nel caso di apparecchiature come gli estintori di incendio.
Questa attività di manutenzione, presuppone un'adeguata conoscenza del prodotto: sia dei meccanismi che dei processi fisico-chimici.
L’estintore d’incendio è uno strumento fondamentale nella lotta manuale contro l’incendio, per via della sua semplicità d'uso ed efficacia.
Con un corso di formazione di poche ore, che prevede una parte di informazione ed una di addestramento, qualunque lavoratore è in grado di utilizzare questo strumento.
La norma di riferimento è laUNI 9994-1, inerente ai criteri per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli estintori d’incendio. La manutenzione ha l'obiettivo di mantenere in efficienza gli estintori, garantendo il livello di protezione antincendio previsto.
Le attività di manutenzione devono essere riportate nel documento di manutenzione, ovvero un verbale contenente le operazioni effettuate dal manutentore. Tale verbale viene consegnato da chi effettua la manutenzione al titolare dell'attività.
Il titolare dell’attività è responsabile della manutenzione dei presidi antincendio e perseguibile anche penalmente. Dovrà predisporre un registro dell’attività manutentiva effettuata, allegando i documenti di manutenzione.
In conclusione, la  norma UNI 9994-1,  prevede nel dettaglio le fasi di manutenzione:
  • controllo iniziale,
  • sorveglianza,
  • controllo periodico,
  • revisione programmata
  • manutenzione straordinaria.

Share with: