Foto
26Apr

Misure di prevenzione e vigilanza

L’obbligo del Datore di Lavoro di vigilare sull'osservanza delle misure di prevenzione può essere compiuto mediante la preposizione di soggetti appositamente designati e prevedendo procedure in grado di assicurargli la conoscenza delle attività lavorative.

Si parla di un infortunio sul lavoro avvenuto in una struttura complessa, all'interno della quale il Datore di Lavoro ha spesso difficoltà ad ottemperare agli obblighi di vigilanza sulle misure di prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
L'infortunio mortale si è verificato in un cantiere dove la società stava eseguendo dei lavori edili. Un manufatto in cemento prefabbricato, chiamato "bocca di lupo", ancorato alla autogru, è caduto schiacciando il lavoratore. Il socio accomandatario di una società e il preposto dell’impresa edile gestita dalla società stessa sono stati giudicati responsabili.
Il socio accomandatario della società aveva ricevuto diverse accuse:
  • di non aver previsto nel POS i rischi connessi alla movimentazione delle bocche di lupo,
  • non aver provveduto alla formazione del personale,
  • non avere fornito delle direttive per l'imbracatura delle bocche di lupo nei punti di ancoraggio.
 
Invece, il preposto era stato accusato di aver previsto una manovra di ancoraggio errata.
La sentenza
La Corte di Cassazione con la sentenza n. 12639 del 19/3/2018, richiama due principi. In primo luogo l'obbligo del Datore di Lavoro di vigilare sull'osservanza delle misure di prevenzione adottate può essere eseguito da individui appositamente designati. Il DL deve essere a conoscenza delle attività lavorative effettivamente eseguite e le modalità con cui vengono compiute, mediate procedure.
In secondo luogo la Corte richiama il principio secondo cui, per l'individuazione del garante nelle strutture aziendali complesse, bisogna fare riferimento a soggetti che si occupano della gestione del rischio. Generalmente la responsabilità è riconducibile a:
  • il DL nel caso di incidenti che derivano da scelte gestionali di fondo,
  • il Dirigente nel caso di incidenti che riguardano il dettaglio dell'organizzazione delle attività lavorative,
  • il preposto quando l'infortunio è causato dalla concreta esecuzione dell'attività lavorativa.

Share with: