Foto
08Nov

Sulla conformità di macchine e attrezzature

La legislazione prevede che le attrezzature di lavoro marcate CE siano conformi alle specifiche disposizioni legislative di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto.
 
Relativamente alla conformità delle attrezzature di lavoro che ricadono nel campo di applicazione della direttiva macchine, a titolo esemplificativo, riportiamo:
 
  • macchine, apparecchi, utensili o impianti conformi alle specifiche disposizioni legislative di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto e dotati di marcatura e dichiarazione di conformità CE. Nel caso di prodotti rientranti nel campo di applicazione del D. Lgs. 17/2010 (disposizione nazionale legislativa e regolamentare di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto sulle macchine), tale conformità è generalmente richiesta dopo il 21/09/1996;
  •  
  • macchine, apparecchi, utensili o impianti immessi sul mercato prima dell’emanazione di specifiche disposizioni legislative di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto ossia non marcati CE e che hanno subito modifiche "sostanziali". Se l’attrezzatura di lavoro ha subito, nel corso del suo utilizzo, modifiche "sostanziali", allora deve essere assoggettata dal datore di lavoro a nuova messa in servizio. Ossia a una nuova procedura di valutazione di conformità prevista dalle direttive comunitarie di prodotto pertinenti. Per le macchine questa è declinata dall’art. 3 del d.lgs. 17/2010 e s.m.i.